FormatWeb

Pasta termica: cos'è, tipologie e come applicarla

 16 ottobre 2017
  |  
 Categoria:
  |  
 Scritto da: admin
pasta termica

Il processore, noto anche come CPU, è una parte essenziale del pc. E’ l’unità centrale di elaborazione in quanto coordina tutte le unità di elaborazione presenti in un computer. Un processore è fatto di componenti hardware che disperdono calore, attraverso sistemi di raffreddamento o conduzione. Questo perché i processori possono raggiungere temperature molto elevate durante il loro funzionamento, fino a 90 – 100 gradi. Quindi è fondamentale mantenere queste temperature a valori più bassi possibili.


Una ventilazione non corretta ha serie conseguenze sul nostro computer: perdita di stabilità, rallentamenti talvolta pesanti, tempi di processazione eccessivamente lunghi. Tutto ciò, a lungo andare, può danneggiare irrimediabilmente il nostro pc, nonostante i moderni computer integrino sistemi di salvaguardia che prevengono il danneggiamento, grazie allo spegnimento automatico.



Cos'è la pasta termica ?


Un ruolo importante nella fase di raffreddamento di un computer è svolto dalla pasta termica, una sostanza che permette e facilita lo scambio di calore, impedendo al pc di raggiungere temperature troppo elevate. E’ composta da una miscela di vari elementi che per la loro stessa natura riescono a veicolare il calore e di conseguenza hanno un alto grado di termoconduzione. La pasta termica va inserita tra il processore e il dissipatore di calore, la piastra metallica su cui sopra è posta la ventola.



Tipologie di pasta termica


In commercio esistono molti tipi di pasta termica per questo è indispensabile sceglierne una di buona qualità. Su RiparaIlMioPc.com puoi trovare utili consigli in merito.


La pasta termica si trova normalmente in tubicini simili a quelli della colla, con grammature e sostanze differenti.


  • - le paste a base di ceramica sono le più comuni, solitamente di colore biancastro/grigio chiaro, più o meno lucide.


  • - le paste metalliche sono le più note. Contengono particelle solide di metallo (argento, alluminio e rame) e hanno prestazioni solitamente più elevate di quelle a base di ceramica. Poiché conducono l’elettricità, occorre fare attenzione al momento della stesura.


  • - le paste carboniche contengono polvere di diamante o fibre di carbonio. Sono le migliori sul mercato ma sono anche le più costose.


  • - le paste in metallo liquido contengono silicone. Hanno alte prestazioni ma se usate su dissipatori con base in alluminio corrodono la superficie.



La spesa per un tubetto dai 2 ai 4 gr., sufficiente per piccoli interventi, varia dai 5€ ai 15 €.



Come applicare la pasta termica


Per quanto riguarda l’applicazione della pasta termica è necessario fare molta attenzione e utilizzare alcuni accorgimenti per evitare qualsiasi tipo di incidente di percorso.


Sono necessari dei guanti in lattice per non toccare i circuiti elettrici a mani nude e per evitare che i circuiti conducano elettricità statica dal nostro corpo. Un cacciavite a stella e uno a punta piatta per il box del processore. Dell’alcool e della carta robusta per rimuovere i residui della vecchia pasta. I cotton fioc invece serviranno per ripulire i bordi della CPU senza toccare i circuiti adiacenti.


La pasta termica andrà quindi disposta al centro del processore (una quantità piccolissima pari a uno o due chicchi di riso) e poi spalmata delicatamente su tutta la superficie. Occorre poi attendere che si asciughi e il pc è pronto per essere rimontato e funzionare correttamente.


Navigazione
© 2012-2017 - FormatWeb.it - Tutti i diritti riservati - Note Legali