FormatWeb

Scambioetico Tnt Village: la filosofia che sta alla base di Tnt

 16 maggio 2017
  |  
 Categoria: Internet
  |  
 Scritto da: admin
scambioetico

Avete mai sentito parlare di Tnt Village o di Tnt scambioetico oppure più semplicemente di scambioetico? Molti lo considerano solemente uno dei tanti tracciatori torrent ma le cose non stanno proprio così.


Tnt Village è un forum, una comunità di appassionati di scambio etico che mette a disposzione un servizio totalmente gratuito e senza scopo di lucro e si sostiene solamente in virtù delle libere donazioni da parte dei membri della community.



Cos’è Tnt Village o Tnt scambioetico?


Tnt Village o Tnt scambioetico è un motore di ricerca che si occupa di file torrent usufruiti da tutti i canali conosciuti, infatti si parla anche di tnt torrent o di tnt village download. Esso si differenza principalemente per la sua filosofia di scambio etico fortemente sostenuta dalla comunità stessa e pilastro su cui si fonda appunto Tnt Village.



In cosa consiste lo scambioetico?


La comunità di Tnt Village ha un suo "codice etico" che obbliga ai suoi membri una specie di limitazione sul tipo di file condivisi. E’ infatti requisito essenziale che ciò che viene messo in condivisione sia sul mercato da almente 12 mese. Si ricorda che la diffusione e la condivisione di materiale coperti da diritti d’autore è vietata in Italia e quindi l’obiettivo di Tnt Village non è altro che responsabilizzare i membri della sua comunità



Qual'è l'obiettivo di Tnt Village ?


Lo scopo che in origine trascinava i sviluppatori di Tnt Village era tipicamente idealista ed aveva come obiettivo quello di cambiare le regole sui diritti d’autore con la derivante libertà di diffusione delle opere dopo 5 anni dalla loro data di registrazione.


Molti credevano che tale obiettivo fosse raggiungibile in tempi brevi, però presto si è capito che il cammino era più difficile di quello che si poteva immaginare. Per questo motivo si è optato di avanzare per obiettivi a medio termine, come ad esempio la legalizzazione del peer2peer (P2P), riservando una fetta dei canoni d’abbonamento ai legittimi proprietari dei diritti d’autore ed ai provider.


Questa iniziativa, suppure con molte difficoltà, sta diventando un disegno di legge in alcuni paesi europei come Svezia, Francia e Olanda me è ancora in attesa di essere regolamentata.




Navigazione
© 2012-2017 - FormatWeb.it - Tutti i diritti riservati - Note Legali